Go Back

ZUPPA ALLA VOLTERRANA

La zuppa. Preparazione lunga ma confortante. Preparazione che ci farebbe bene fare ogni tanto, per sentire il nostro senso di colpa sciogliersi al profumo delle verdure sul fuoco.
25 Km di curve (e che curve!) ci separano da Volterra. Tanti quanti consentono a questa zuppa di chiamarsi “alla volterrana” e sia mai “alla pomarancina", data la rivalità atavica tra questi ameni borghi toscani.
E' una ricetta che ho recuperato in un libricino di antiche ricette volterrane raccolte dagli studenti della scuola media Jacopo da Volterra e pubblicato dalla Coop. Un bel progetto.
Confesso alcune varianti di dosi e l'uso di fagiolini cannellini di Forcoli anzichè fagioli borlotti, come richiesto. Non è una miglioria da chef: semplicemente ce li avevo in casa!!
Preparazione30 min
Cottura2 h 30 min
lessare i fagioli2 h
Porzioni: 8 persone

Ingredienti

  • 500 gr fagioli cannellini di Forcoli, secchi
  • 3 spicchio di aglio
  • 3 foglie di salvia
  • 1 cipolla
  • 1 mazzettino di prezzemolo
  • 1 costa di sedano
  • 90 gr olio extra vergine di oliva
  • 2 cotenne di prosciutto (opzionali)
  • 1 mazzetto di cavolo nero
  • 3 zucchini
  • 3 carote
  • 3 patate
  • 200 gr conserva di pomodoro
  • sale, pepe
  • 500 gr pane raffermo

Istruzioni

  • Per prima cosa lessa i fagioli cannellini in abbondante acqua salata con 1 spicchio di aglio in camicia e la salvia.
  • Quando i fagioli sono pronti, prepara un battuto di sedano, prezzemolo e cipolla,e fallo soffriggere insieme agli spicchi di aglio in abbondante olio. Mettete anche le cotenne, tagliate a piccoli pezzi.
  • Nel frattempo taglia a pezzettini le verdure (zucchini, carote, patate e cavolo nero) e non appena il battuto è ben dorato, aggiungile.
  • Fai cuocere il tutto finché le verdure non sono ben appassite e poi metti la conserva di pomodoro. Falla andare per circa 10 minuti, il tempo che il tutto si amalgamerà. Dopo aggiusta di sale e pepe.
  • Nel frattempo prendi metà dei fagioli lessati e frullali con l'acqua di cottura. Uniscili alla minestra e fai bollire per circa 1.30 h, allungando con alcuni ramaioli di acqua calda qualora la zuppa si asciugasse troppo.
  • Alla fine aggiungi i fagioli rimasti.
  • Taglia il pane a fette sottili e, in una capiente zuppiera, alterna strati di pane e strati di minestra.

Note

La zuppa si serva calda, meglio tiepida, ancor meglio fredda, però, come scrivono i  ragazzi della scuola media Jacopo da Volterra, l'importante è mangiarla insieme alla cipolla fresca e del buon vino. E hanno ragione!
Stampa ricetta