Go Back

CAFFE' IN FORCHETTA

Dunque : il caffè in forchetta.
E’ un dolce toscano, d’antan, la cui prima ricetta pare si rintracci nelle cucine della Fattoria de’ Barbi, produttrice del celeberrimo Brunello di Montalcino.
Oggi lo servo in cene speciali: quando voglio che la tradizione vesta un abito elegante.
Tu pensa a questa cosa: se alla tua tavola gradiresti far accomodare una signora di una certa età, di gran charme ma anche con una spiccata personalità, allora prepara un caffè in forchetta.
Preparazione20 min
Cottura40 min
Tempo totale1 h
Porzioni: 8 persone

Ingredienti

  • 12 cucchiai di zucchero
  • 6 uova
  • 7 tazzine di caffè
  • 2 bicchierini di rhum
  • 1 bicchierino di maraschino
  • la scorza di mezzo limone

Istruzioni

  • Prepara il caffè con la moka e lascialo raffeddare.
  • Poi prepara il caramello facendo sciogliere in una padella dal fondo spesso 6 cucchiai colmi di zucchero.
    Quando si sarà formato un caramello dal bellissimo colore ambrato, versalo nello stampo e cerca di ricoprire con il caramello tutte le pareti, facendo attenzione a non ustionarti!! Anche se molte volte questo passaggio è dato un po’ per scontato, fai molta attenzione perché, in realtà, l’operazione non è banale, soprattutto se lo stampo è di quelli col buco centrale: il caramello si solidifica in fretta e le pareti dello stampo bruciano!
  • Altre difficoltà non ce ne sono.
    Lavora le uova con i restanti 6 cucchiai di zucchero; aggiungi il caffè freddo, il Rhum, il Maraschino e la scorza di limone.
    A questo punto versa tutto nello stampo. Sul composto non vi deve essere schiuma perché in cottura brucia. Se c’è, toglila.
  • La cottura è a bagnomaria: metti, quindi, lo stampo in un recipiente riempito di acqua calda per circa 2/3. Cuoci a forno moderato (160° circa, ma anche 140° se
    vuoi stare più tranquillo) per un tempo abbastanza lungo (circa 40 minuti).
    Quando premendo un dito sulla superficie del dolce, la sentirai elastica e compatta, il caffè in forchetta è pronto.

Note

P.s. Preciso che queste sono le dosi di mia nonna: inorridiranno giustamente i pasticceri di oggi che pesano al grammo ogni singolo ingrediente perché - è vero - la pasticceria è scienza, però una volta si usava così…
Stampa ricetta